cucine stile industriale padova

Arredamento “stile industriale” 7 semplici consigli da seguire per rendere la tua casa unica

Lo stile industriale è sempre più amato e colonizza anche la cucina.

La tendenza, come spesso accade per le mode, nasce oltreoceano e si ispira ai loft newyorkesi o ai capannoni industriali ed è una scelta di forte impatto e personalità, forse anche coraggiosa – a meno che non dobbiate arredare un enorme e affascinante magazzino riconvertito – ma che regala ad ogni casa un’atmosfera vissuta, rilassata, creativa e chic davvero unica.

La cucina è forse la stanza della casa dove questo stile industriale si può meglio sviluppare.

Lo sanno anche i brand più famosi del settore che sempre più spesso introducono nei propri cataloghi dei modelli ad hoc, studiati proprio per gli amanti di questo stile.

Il risultato?

Un ambiente raffinato dall’aspetto vissuto e sopratutto ORIGINALE.

Puoi ricreare con questo stile TUTTI gli ambienti casa, anche con prodotti standard o che già possiedi.
Ecco alcune regole da seguire per arredare la tua casa in stile industriale:

  1. Combina materiali evocativi e finiture imperfette
  2. Lascia una parete grezza o male intonacata oppure rivestila con un parato effetto vintage.
  3. Realizza una pavimentazione in resina effetto cemento, o con tavoloni in legno vissuto. Oggi il mercato offre infinite possibilitá in questo senso.
  4. Ricicla mobili e complementi vintage
  5. I colori da usare per le pareti sono i colori industriali: i toni del marrone, rame o bronzo. Potresti lasciare i pilastri cemento a vista o inserire delle travi in ferro.
  6. Perfetto anche il mattone a vista, in qualsiasi ambiente anche per una porzione della parete.
  7. Complementi nuovi o riciclati sono i benvenuti quindi “via libera” alle idee: Pezzi arrugginiti, Vecchio frigo, Oggetti in metallo, Banconi o tavoli industriali, Lampade in metallo brunito o ramato, Fioriere ricavate da bidoni in zinco, Sgabelli in ferro, anche arrugginito.

I materiali utilizzati più spesso sono banconi e tavoli a cavalletto, scaffali a giorno in metallo, cassettoni estraibili e grandi cappe metalliche, ante a vetro o in legno, modanate o lisce con gola.

Le superfici a effetto naturale, grezze, dall’aspetto piacevolmente vissuto vengono “invecchiate” per mezzo di particolari trattamenti, per dare vita a un’atmosfera senza tempo che non risente delle mode.

Inoltre ritornano di moda i vetri retinati o stampati, intelaiati in acciaio effetto peltro, o con telaio legno.

Come ispirazione ti lasciamo sotto una sequenza di immagini evocativa per farti capire quanto a volte, solo un po di semplice fantasia, è possibile creare ambienti davvero unici ed alla moda.

Con questo articolo spero di averti dato delle utili informazioni e perché no un po’ di ispirazione.

Se hai ancora qualche dubbio non esitare a contattarci o a venire a trovarci in negozio.. sapremo consigliarti sulle ultime tendenze e magari consigliarti una soluzione per rendere UNICO il tuo spazio!

B50 di Berloni ha gli elementi in linea impiallacciati Rovere inchiostro e le ante con gola cava. Il frigo e i fuochi con un design vintage sono coordinati nella tonalità scura. È garantita dieci anni. Una base misura L 60 x H 90,2 cm. Prezzo 231 euro. www.berloni.it

 

Loft di Snaidero è un modello formato da mobili compatti in nobilitato rovere Canyon accostati a elementi in vetro e metallo. Le ante sono dotate della nuova maniglia Nolita con una raffinata finitura peltro; i contenitori a giorno hanno la struttura in alluminio verniciato, i pensili e la grande cappa St. Louis sono caratterizzati da vetro retinato in finitura bronzo. Prezzo su richiesta. www.snaidero.it

 

Brera 76 di Marchi Cucine mixa insieme il legno di recupero delle ante, l’acciaio dei particolari e il cemento del piano di lavoro con vasca e sgocciolatoio integrato. È dotata di ampi cassetti estraibili e di una credenza di sapore vintage che ne aumentano la capacità di contenimento. Prezzo su richiesta. www.marchicucine.it

Come illuminare la cucina

Cucina moderna: 5 fantastiche idee per illuminare con stile e funzionalità

Una cucina moderna ben illuminata può diventare bellissima come quelle esposte nelle vetrine dei negozi più chic.

La luce ha il potere straordinario di risaltare i dettagli ma anche di nascondere quello che non ti piace.

L’illuminazione crea l’atmosfera, diffonde calore e profuma d’intimità.

E cosa ancora più importante, un’area di lavoro ben illuminata è essenziale per la sicurezza del luogo in cui usi ogni giorno coltelli e fuochi.

vendita in offerta speciale di cucina Asia, pensili blu e lampadari in vetro colorato

Cucina Asia, composizione tipo mt 3.30 costruita su misura

Qual’è il segreto delle cucine da favola?

Le cucine più belle hanno un segreto: affidano il loro splendore a fonti di luci disposte su più livelli, mescolando la luce d’ambiente con quella naturale.

L’illuminazione che rende perfetta la tua cucina non è casuale ma al contrario, ha un compito preciso: rende sicure le aree di lavoro, risalta gli aspetti decorativi con l’ausilio della luce naturale, ingrandire l’ambiente, esalta i colori e rendere persino più appetitosi i cibi.

Quante luci ti servono per rendere la tua cucina perfetta?

Il numero di fonti di illuminazione e il loro posizionamento dipende dalle dimensioni della tua cucina, la sua struttura e il suo aspetto estetico. Ad esempio, i soffitti alti e le finiture scure richiedono più luce.

1#. Come usare l’illuminazione funzionale

L’illuminazione funzionale ha il compito di far luce sulle superfici di cottura, sul lavello, sugli interruttori e sopra qualsiasi piano di lavoro. Una regola generale è disporre le fonti luminose all’altezza di 60 cm sopra un’isola, penisola o un tavolo ma puoi metterle più alte se tu stesso sei una persona alta o se si tratta di un piano cottura.

vendita in offerta speciale di cucina Kali, ante chiare e scure con tavolo penisola

Cucina Kali, composizione tipo mt 3.30 realizzata su misura

2#. Come usare le luci da incasso

Le luci da incasso sono usate per creare illuminazione d’ambiente e una buona regola è distanziarle di circa 50-90 cm. Di solito non ne viene fatto un uso corretto perché vengono usate per le zone d’ombra e non per contribuire a illuminare tutto l’ambiente.

In questa grande cucina ad esempio, le luci da incasso sono distribuite uniformemente sul soffitto per fornire l’illuminazione generale. Il lampadario decorativo sopra l’isola fornisce luce funzionale concentrata sulla superficie di lavoro e le luci del sottopensile lungo la parete di fondo integrano l’illuminazione generale e garantiscono una buona visibilità durante la preparazione dei cibi.

vendita in offerta speciale di cucina Cloe, ante bianche laccate con tavolo penisola

Cucina Cloe, composizione tipo di mt 3.30 costruita su misura

3#. La perfezione? Questioni di colore

Se le dimensioni della cucina ti aiutano a determinare il numero di luci di cui hai bisogno, tieni presente che il colore fa la differenza. Il bianco riflette la luce, rimbalza indietro nella stanza e dà la sensazione che tutto sia più luminoso e ordinato.

Se hai molte superfici bianche, puoi anche abbassare la potenza delle lampadine utilizzate o addirittura diminuire il numero di lampadine senza rinunciare ad una cucina ben illuminata.

In questa magnifica cucina moderna, il soffitto bianco è riflettente, le pareti e i controsoffitti bianchi massimizzano la luce dei lampadari. I lampadari riescono a massimizzare la luce rimbalzandola sul soffitto bianco e la luce riflette indietro al piano di lavoro in marmo bianco, con un effetto complessivo morbido e diffuso su tutta la lunghezza e la larghezza della grande isola. La finestra scoperta porta luce naturale durante il giorno riducendo la necessità di utilizzare luci elettriche fino a sera.

vendita in offerta speciale di cucina Kali, mobilia di legno a 3 colori a contrasto

Cucina Kali, composizione tipo di mt 3.30 costruita su misura

Più sono scuri i colori nella tua cucina e più sono le fonti di luce di cui avrai bisogno. Le superfici scure assorbono più luce rispetto alle superfici bianche. Una cucina con superfici scure ha bisogno di circa un terzo in più di luce.

In questa cucina scura  molto raffinata, le luci da incasso sono estese su tutta la zona cottura e nel sottopensile sopra il lavello in moda da mettere in risalto la raffinatezza dello spatolato color bronzo.

vendita in offerta speciale di cucina Cloe, mobilia di legno chiaro e ante lucide

Cucina Cloe, realizzata su misura da Studio61 in composizione tipo mt 3.30

4#. Il colore delle lampadine è quello giusto?

Lo sapevi che le lampadine di colore bianco freddo danno un aspetto poco attraente al cibo e influenzano il modo di vedere i colori della mobili e dei controsoffitti?

La cosa migliore è provare varie lampadine per vedere come la tua pelle, i piatti, e la frutta  cambiano colore al variare della luce e scegli quella che ti sembra più naturale e piacevole.

5#. Accenti di Style

Le lampade a sospensione sono disponibili in una varietà di stili, forme, dimensioni e colori. Funzionano bene per riempire il vuoto visivo sopra isole e penisole e apportano  l’illuminazione necessaria per l’area di lavoro.

Se usi lampadari in stile d’epoca o di design moderno riuscirai ad aggiungere eleganza ed effetti sorprendenti alla tua cucina. Guarda ad esempio questi vetri colorati usati nella cucina Asia:

vendita in offerta speciale di cucina Asia, mobilia di legno vari colori e accessori di design

Cucina Asia, realizzata su misura in composizione tipo mt 3.30

I lampadari non sono più un’esclusiva delle sale da pranzo. Puoi usare anche lampadari di cristallo se la tua cucina è semplice e bianca perché in questo modo li renderai protagonisti della scena. La soluzione è perfetta se hai una mobilia molto chiara, pareti bianche e finestre senza tendaggi.

In questa fantastica cucina chic e minimal, il lampadario di cristallo è il vero protagonista:  sopra il tavolo, al centro della cucina fornisce luce d’atmosfera che viene accentuata dalle luci del piano cottura, dal legno chiaro dei mobili e dalla luce naturale che entra dalle finestre.

vendita in offerta speciale di cucina soggiorno Asia, in legno chiaro e accessori di design

Cucina Asia, realizzata a prezzi di fabbrica su misura da Studio61

[intense_content_box title=”” shadow=”3″ background=”#3CB371″ icon=”chevron-down” icon_stack_color=”orange” border_size=”0″ border_radius=”4px”]

Queste cucine da favola possono essere tue a prezzi mai visti

Regalati il meglio spendendo il meno possibile

studiosessantuno@gmail.com – tel 348 3887552

Contatta Studio61 adesso!
[/intense_content_box]

progettazione cucine su misura venezia

E’ possibile acquistare una cucina su misura senza spendere un botto?

STAI PER ACQUISTARE UNA CUCINA SU MISURA?

 Prima di fare scelte affrettate ti chiedo solo due minuti.

1 minuto per conoscerci.

1  minuto per scoprire  i grandi vantaggi che troverai tutti insieme solo da noi.

CHI SIAMO

Studio61 Maurizio Gobbin

Studio61 nasce da un’idea di Maurizio Gobbin

La sua passione per l’interior design che dura da oltre 20 anni lo ha portato ad aprire Studio61, uno studio di progettazione e consulenza che intende offrire la propria professionalità e creatività direttamente al pubblico.

Cosa facciamo: aiutiamo le persone che intendono arredare la casa dei propri sogni.

Dal 2005 siamo partnership con una falegnameria specializzata nella produzione di cucine su misura made in Italy.

VANTAGGI

Senza intermediari è facile capire che una tale modalità commerciale permette un grande risparmio economico sull’acquisto della tua cucina su misura

IL SU MISURA

Le cucine proposte da Studio61, sono progettate e fabbricate nella nostra moderna factory di Venezia, ed arredano le case più prestigiose.

Finiture pregiate, lavorazioni perfette.

Cucine uniche ed esclusive, dedicate a persone che vogliono il meglio.

Ho mantenuto la parola, e sono passati solo due minuti.

Allora non perderti questa occasione, Chiama subito il 0418949011

Fino al 15 febbraio 2017, ti si offre un’occasione imperdibile: una soluzione realizzata ad hoc per te a un prezzo vantaggiosissimo, con la sicurezza di acquistare un prodotto di qualità.

In pratica: una cucina su misura a prezzo standard, senza il costo (rilevante) della personalizzazione.